Bistrot, Ristorante, Wine Bar, Cafè, Tavola Calda, Snack Bar, Caffè, Trattoria, Fast Food, Pizzeria, Hostaria, Pub ecc. ecc.

I mercati amano le identificazioni, reali concrete e attendibili. Pertanto o si è una cosa o se ne è un’altra. Attribuirne più di una alla propria attività mostra confusione di idee, di progetto, di contenuti.

E’ come se si volesse dire  – noi siamo questo e offriamo questo e questo anche. Pertanto ognuno che desidera una di queste cose venga da noi perchè sarà accontentato.-

Nella realtà si affermano promesse che non si potranno mantenere, partorite dala superficialità. Tentare di essere un po’ tutto significa non essere nulla, significa non aver progettato, significa non aver capito cosa effettivamente corrisponda ad ognuna categoria.

Più si hanno le idee chiare e vincenti più si collocherà la propria attivtà in un unica categoria, e per il titpo di prodotto e per il tipo di servizio offerti. Più si hanno le idee confuse più alla propria attività si attribuiranno molteplici categorie di appartenenza, creando una serie di ostacoli tra noi e il successo.

Vediamo chi appartiene a cosa.

Bistrot

Il termine bistrot nasce nella Parigi dell’ottocento, durante l’occupazione delle truppe russe. I soldati non potevano farsi sorprendere a bere dai propri superiori. urlavano ai camerieri “быстро быстро” che in lingua russa vuol dire presto. Da allora nacque questa categoria di locali vocata ad un servizio veloce, a prodotti semplici, ad un servizio non particolarmente formale, disinvolto e  disponibile. Nella Parigi di oggi ci sono bistrot più ricercati altri più economici ma il concetto rimane lo stesso. Caratterizzati da lunghi orari di apertura, da una cucina standardizzata e da una cifra arredativa piuttosto ripetitiva, da una accentuata vocazione serale e una particolare attenzione all’offerta di vino e birra.

Ristorante

Sia nella sua accezione italiana sia in quella anglosassone, ristorante significa sempre la stessa cosa. Luogo dove viene proposta una cucina che tende ad essere di qualità, ricercata, istituzionale o di tendenza. Una attività caratterizzata da orari ben precisi e limitati, relativi al pranzo ed alla cena. Range di prezzi di norma superiore alle altre categorie, personale tradizionalmente in divisa.

Wine Bar

In questo tipo di locale il cibo rappresenta un contorno del vino. I piatti, di norma un po più piccoli, sono caratterizzati da sapori ben definiti, piccanti e aromatici, affettati e formaggi, olive patatine e pistacchi nonchè tartine di vario tipo rappresentano una costante. La qualità delle etichette del vino proposto è un obbligo. Un vero wine bar non propone birra. E’ un locale la cui atmosfera è vocata al dialogo.

Cafè

Il cafè è la versione anglosassone del bistrot, con qualche differenza in più. Servizio veloce, piatti semplici realizzati con prodotti di qualità, ma anche piatti di tendenza che strizzano l’occhio alla cucina vegetariana e vegana, particolare attenzione alla cucina salutista. Raffinate selezioni musicali di sottofondo, disponibilità di quotidiani internazionali (anche in epoca internet), connessioni potenti e veloci, librerie con magazine e libri di fotografia.

 

Couple Meeting In Busy Café

Il cafè è una delle categorie più redditizie ma necessita di precise competenze e grandi metrature. Nel cafè sono ben accetti gli avventori che si dilungheranno nel godere dell’atmosfera proposta, in piccoli gruppi, in coppia o da soli. A quest’ultimi il servizio offerto deve permettere di passare il tempo senza sentirsi in imbarazzo.

L’apertura del cafè deve coprire tutti gli orari, dalla colazione al dopocena, passando per il lunch per l’ora del te e per la cena, senza che nessuno di quei momenti venga circoscritto e limitato. Il cliente potrà pranzare alle 10 del mattino come alle 11.30 di sera perchè le linee di produzione dei piatti e i relativi menu saranno sempre progettati e gestiti in maniera modulare e semplice.

 

Un cafè non può essere arredato unicamente con sedute funzionali al consumo, deve godere di salotti e spazi di condivisione.

Tavola Calda, Snack Bar, Caffè, Trattoria, Fast Food, Pizzeria, Pub ecc. ecc.

La tavola calda fornisce piatti pronti alcuni dei quali caldi. In linea di massima non fa servizio al tavolo al di fuori di provvedere a risistemare tra un cliente e l’altro.

Lo snack bar dovrebbe essere un bar con una particolare attenzione alla proposta di sandwiches e snack veloci.

Il caffè è una proposta tipicamente italiana che nasce nell’ottocento. E’ caratterizzato da un significativo dehors.

La trattoria è un ristorante popolare e economico a gestione quasi sempre famigliare, l’offerta è caratterizzata da piatti semplici e di tradizione.

Il fast food per eccellenza è Mac Donald. Ogni nuova proposta fa comunque riferimento al famoso brand americano.

La pizzeria per poter essere definita tale, dovrebbe avere sulla pizza il proprio focus e le eventuali altre proposte dovrebbero rappresentare un investimento minore. Le pizze proposte dovrebbero essere di ottima qualità e godere di un prezzo vantaggioso. Diversamente la titolazione di pizzeria verrebbe percepita come improbabile.

Il pub è una proposta rigorosamente anglosassone,  una formula che allo stato attuale viene coniugata in tutto il mondo. Per essere definito tale un pub deve offrire una buona offerta di birre unitamente ad una serie di piatti  storicamente ritenuti complementari al consumo quali affettati, fritti e taglieri di formaggi. Deve essere predisposto affinchè i suoi avventori possano comodamente intrattenersi in lunghe chiacchierate.

 

 

 

 

A margine di quanto sopra risulta evidente che ogni categoria è diversa dall’altra e come ad ogni categoria corrisponda un tipo di mercato, dunque un tipo di cliente. Se si vuole vincere è necessario specializzare sempre di più la propria attività identificandola con cura con la categoria di appartenenza ed escludendo ogni contaminazione con altre categorie.