Il Check Up di una Attività Ristorativa

Un’attività ristorativa, così come qualsiasi altro business, produce utili in maniera direttamente proporzionale a quanto è marketing orientata.
Più rispetta le regole del marketing più è vincente, più segue altre strategie più è perdente.
Il check up è finalizzato a valutare il livello di orientamento al marketing e a formulare il piano di sviluppo più consono.

Il check up del marketing di una attività ristorativa costituisce il primo passo per poter crescere.
Rappresenta anche un valido strumento per stimare il potenziale dell’Attività, per valutare le attuali strategie in essere.

Come si dice in medicina, una buona diagnosi è già una cura!

 

Così come si fanno le analisi del sangue per individuare le terapie per migliorare le proprie condizioni di salute, così si fa un check up del mktg espresso per individuare le strategie per migliorare.

Il check up rappresenta il miglior strumento per poter prendere le decisioni a seguire. Costituisce la base per poter elaborare progetti di sviluppo attendibili.

Viene eseguito in un lasso di tempo che varia dai 15 ai 30 giorni.
Ha un costo che varia dai 1.800 ai 3.800 euro

Nella prima fase vengono effettuate le interviste con i componenti la Governance e gli altri eventuali stakeholder (elementi portanti dell’attività). Vengono valutati i “numeri”che caratterizzano l’andamento degli affari.

Nella seconda fase vengono fatti i rilevamenti relativi allo svolgimento dell’attività dal punto di vista “cliente”.
Contemporaneamente vengono analizzati alcuni parametri del mercato di riferimento e valutate le prestazioni dei competitors più significativi.
Vengono specificatamente analizzati tutti gli aspetti legati al Mktg dell’attività quali l’immagine, l’atmosfera, l’arredo, il personale, la cucina, il prodotto, l’offerta in termini di menu e prezzi, la gestione.
E, ovviamente, il grado di orientamento marketing espresso dal business nel suo complesso.

Il Check Up di una Attività Ristorativa

 

Nella terza fase viene elaborata l’analisi dello status quo dell’attività e formulato il piano di sviluppo più consono, corredato degli eventuali tempi e costi.
Il tutto viene illustrato e discusso in sede di riunione con la Governance.

N.B Il conferimento d’incarico per lo svolgimento del check up è subordinato ad un incontro preliminare con la proprietà nell’ambito del quale vengono considerate le compatibilità della struttura con il servizio offerto e preventivati i costi.