Ikea è un’Azienda di grande successo

La sua presenza nel mercato dell’arredo e dei complementi d’arredo ha tolto e toglie quote mercato a tutti, grandi e piccoli. Ha un tale peso specifico, che ogni qualvolta viene aperto un nuovo punto vendita, ridisegna gli equilibri dei vari competitors, nessuno escluso.

I prodotti più venduti sono cucine, camere da letto, materassi e salotti. La società sta sviluppando i propri servizi di fornitura e montaggio.

Ikea ha affermato che nell’ultimo esercizio, ha ridotto i prezzi dell’1,3 %.

A livello mondiale il gigante svedese ha registrato un fatturato di circa 14 miliardi di euro. Ikea è presente in 36 paesi e impiega 128 000 persone.

Le sue prestazioni, ovvero i suoi numeri, non hanno precedenti all’interno del settore e, senza essere degli analisti, è possibile riscontrare con facilità come i suoi ingressi siano affollati a tutte le ore di tutti i giorni, anche in tempi di crisi.

 

La maggior parte dei commenti e delle analisi che vengono fatti in merito al fenomeno Ikea, non mi soddisfano mai. E sono soprattutto quelle che vengono dagli “addetti ai lavori” a lasciarmi più perplesso.

Si basano su affermazioni del tipo:

Vende a poco, dunque vende.

Ha prodotti di scarsa qualità a prezzi bassi, …finchè dura.

Non la ritengo un mio competitor.

Non mi tocca, io vendo solo prodotti di qualità.

Entra nelle case di ceto medio basso, è una concorrenza che non avverto.

Ha una forza mostruosa, non si può competere.

Sono tutti prodotti fatti in Cina, non valgono niente.

Eccetera eccetera.

Nessuna di queste affermazioni ha ragione di esistere.

Vediamo perché:

 

1° Ikea è un’Azienda esemplare per come pone il Cliente al centro del proprio business.

Dal momento in cui entra il Cliente è circondato da una molteplicità di servizi accessori.

Da un vero kinderheim ai bagni multifunzionali, da cafè caratterizzati da prodotti e arredi più che gradevoli, alla assistenza per i cani.

Dalla proposta di un doppio percorso, uno tematico l’altro di settore, alle attrezzature per l’autonoma confezione dei pacchi, dall’esposizione sempre chiara e fruibile alle molteplici proposte di trasporto. Dall’offerta differenziata di carrelli e contenitori alle garanzie su rimborsi e vizi.

Dall’efficienza dei parcheggi alla distribuzione di fogli, matite, centimetri e cataloghi.

Dalle motivazioni che fanno seguito ad ogni affermazione, alle informazioni costanti sul perché e sul come. Dalle spiegazioni sulla necessità di certe scelte ad una attenta (…alle esigenze della Clientela) programmazione degli orari.

Ikea esprime una comunicazione che può essere considerata di riferimento.

E’ sempre credibile, esaustiva e seducente.

E’ significativamente presente su Internet. I suoi siti sono lineari e di facile consultazione. Sono completi nell’informazione (prezzi sempre in chiaro) e permettono una navigazione rilassata.

Nell’ultimo anno, nel mondo, hanno navigato sui siti Ikea 520.000.000 di persone.

L’Azienda effettua imponenti operazioni di direct marketing recapitando a zona i suoi cataloghi.

Quella interna è orientata all’informazione e non alla vendita.

E’ sempre chiara ed appare nei posti giusti, nei momenti giusti.

Esprime sempre un grande rispetto del Cliente.

Ikea è un’Azienda fisiologicamente moderna.

E’ interamente marketing orientata. Ovvero non ci sono decisione o progetti che non partano dalla analisi e dall’osservazione del mercato.

Non ha venditori, ha unicamente personale di servizio.

Non vuole convincere, vuole sedurre.

Non parla dei suoi prodotti, parla del loro utilizzo.

Ikea esprime strategie eccellenti.

Ikea è stata la prima Azienda a risolvere la fidelizzazione del Cliente anche, attraverso l’offerta dei prodotti.

Nel settore degli arredamenti infatti la ciclicità media di un Cliente, è molto elevata, si parla di anni.

L’azienda svedese ha integrato l’offerta con prodotti che vengono usati più velocemente.

Candele, tovaglioli di carta, piccoli accessori per cucina, cuscini, contenitori, piantine etc, etc,

Il risultato è che un Cliente visita mediamente Ikea circa due volte l’anno.

Questi primi quattro punti, purtroppo, come si può constatare dalle affermazioni sopra citate, che normalmente raccolgo dagli operatori del settore, vengono sostanzialmente ignorati.

Rappresentano invece la chiave del successo Ikea.

Rappresentano in assoluto il motivo per cui l’Azienda ha uno straordinario successo.

I punti che seguono, sono invece la risposta alle affermazioni che normalmente vengono fatte.

5° I Prezzi Ikea

Non è vero che i prezzi Ikea siano comunque e sempre “bassissimi”. Alcune volte, sono prezzi normali. Sono sempre prezzi onesti.

Di base, sono programmati al fine di offrire un vantaggio economico al Cliente.

Non è vero che vende unicamente prodotti di scarsa qualità. Ci sono molti prodotti economici ed alcuni di qualità media ma, la ricerca del design che ne sta a monte, li rende spesso di categoria superiore.

6° Competitors

Ikea è competitor di tutti, lo è nei confronti della bottega che vende le candele ed i vasi, lo è nei confronti di negozi importanti, con i quali condivide molti Clienti, lo è nei confronti di tutti i Centri Arredamenti.

Si può dire che quasi ogni individuo che abita in una nazione dove il colosso svedese è presente, identificabile come Cliente, sa dell’esistenza di Ikea o è stato da Ikea almeno una volta.

7° Ceto socioeconomico

Non è assolutamente vero che la sua Clientela è di ceto socioeconomico medio basso. A dimostrazione di questo è sufficiente osservare che l’importo medio alle casse è di tutto rispetto e che, in molte “case ricche” ci sono acquisti fatti da Ikea.

8° Impossibile da combattere

E’ vero che Ikea ha una forza mostruosa ma, non è vero che non si può competere.

Le sfide sono totalmente aperte nei settori di nicchia e nel rapporto personalizzato che l’Azienda svedese non può permettersi di avere.

9°  Origine prodotti Ikea

Non è vero che tutti i prodotti Ikea sono fatti in Cina e che sono sistematicamente di bassa qualità.

Ikea produce in molti paesi. Il terzo per importanza tra questi è l’Italia.

Nel nostro paese Ikea spende più di quello che incassa. Molta produzione viene effettuata in Svezia.

La qualità del prodotto Ikea, tenuto conto dell’alto livello di design che esprime, è da ritenersi statisticamente superiore al prezzo che la accompagna.

IKEA È MARKETING ALLO STATO PURO

Il problema di base, è che non si può combattere con Ikea se si ha un’ Azienda dalla gestione arcaicamente centralizzata, se non si sa comunicare, se non si sa mettere il Cliente al centro del proprio business.

Se non si capisce che il marketing inizia a monte della posa del primo mattone e non termina con lo scontrino.

Per chi vuole saperne di più, ecco un estratto di un comunicato Ikea:

http://www.ikea.com/ms/it_IT/sala_stampa/report/index.html

 

 

Gli acquisti in Italia

Per gli acquisti di IKEA nel mondo, l’Italia è il 3° Paese fornitore di mobili e complementi di arredo, dopo Cina e Polonia. IKEA compra in Italia più di quanto vende: infatti, l’8% del volume degli acquisti del Gruppo IKEA nel mondo vengono effettuati in Italia, mentre il mercato italiano copre il 6,5% del volume delle vendite di IKEA nel mondo.